giovedì 14 novembre 2013

STOFFE STOFFINE

   

Come ci si può aspettare da una vera crafter, o sarta, o cucitrice, o perdi tempo che dir si voglia, sono assolutamente PAZZA per le stoffe.

Quando entro in un negozio di tessuti mi sento come Homer Simpson quando entra in un negozio di ciambelle. 
Non posso uscire da una merceria senza qualcosa di nuovo tra le mani ed un enorme buco sul mio conto corrente. Soprattutto amo “ravanare” tra gli scampoli, sceglierli e pensare a come potrei utilizzarli (il più delle volte non li utilizzo nemmeno, infatti ne ho circa tre sacchi pieni), per non parlare dei nastri, delle passamanerie, dei bottoni!!

Potete immaginare cosa sia successo quando questo amore ha incontrato l'altro amore della mia vita, il Giappone.
Questo meraviglioso incontro ha dato vita in me ad una gravissima mania ossessiva compulsiva:
comprare stoffe giapponesi.
I tessuti giapponesi, soprattutto quelli per bambini, non solo sono sempre di un'ottima qualità, cotone 100%, cotone misto lino etc. Ma sono anche stampati con dei disegni stupendi. In lingua giapponese si definiscono Kawaii (che letteralmente vuol dire “carino”), ma nella mia personalissima lingua, questi disegni sono “pimpinosi”.

Guardate queste stoffe e ditemi cosa ne pensate voi, ma vi garantisco che le fotografie non rendono onore alla loro qualità.



 

Di solito le compro online, naturalmente.


Ma nel 2009 c'è stata una svolta. Sono andata per la prima volta in vita mia in questo luogo:


Si perchè a Tokyo c'è un intero quartiere dedicato alla stoffa. Nippori Fabbric Town è un paradiso con innumerevoli mercerie, negozi di scampoli e di stoffe al metraggio.
L'apice della meraviglia la raggiunge TOMATO, un negozio su più piani specializzato nella vendita di stoffe, passamanerie, bottoni e tutto il necessario per il cucito e il fai da te.
Purtroppo non ho osato fare fotografie all'interno del negozio ma online si trovano molti siti che ne offrono una panoramica fotografica.

 
Inutile dire che ho comprato l'impossibile e che ho foderato il fondo della valigia di stoffe.

Ma siccome quando a me prende una fissa mi prende veramente brutta, sono andata oltre e non accontentandomi di comprare pezzettini di stoffa qua e là ho deciso di cercare dei grossisiti e comprarne la stoffa a ROTOLI.
Va da se che con tutti quei rotoli alla fine ho aperto un piccolo negozietto online, se vi va dateci un'occhiata.

Ho deciso di farlo anche perché ho sempre trovato un po' difficile comprare belle stoffe giapponesi online, soprattutto comprare dal Giappone non è facile e le tasse per l'importazione delle stoffe dall'Asia sono molto alte. Anche acquistandole dagli Stati Uniti ci sono tasse salate da pagare e alti costi di spedizione, comprarle dall'Inghilterra è poco conveniente per via del cambio con la sterlina...insomma alla fine non rimaneva molta scelta.

Fatemi sapere qual è il vostro rapporto con le stoffe!

Per ora vi saluto
Alla prossima!

2 commenti:

  1. Tu mi hai provocato un infarto oggi. Devo andare a Tokio! Avevo già una lunga lista di motivi, si è aggiunta la visita a questo negozio di stoffe meraviglioso :D

    RispondiElimina
  2. Fammi sapere se vai che ti do un sacco dritte!

    RispondiElimina